20/12/2019 Chiara Pratissoli

L’arte e la scienza si incontrano a BOOMing

L’arte e la scienza si incontrano a BOOMing di Bologna dal 23 al 26 gennaio 2020, Spazio DumBO.

Allo show di arte contemporanea BOOMing Contemporary Art Show nei giorni dell’Art Week di Bologna, sarà presente anche Ronchini Massimo Srl con il suo impianto robotizzato per fresatura RM-RoboCut3D.

Collaboreremo con il giovane artista pugliese Leandro Summo nella sua opera “Per farla finita con il giudizio di Dio”, prodotta dall’Apulia Center for Art and Technology in collaborazione con KUKA e Ronchini Massimo srl.

All’evento dal 23 al 26 gennaio il pubblico potrà osservare all’opera il braccio robotizzato RM-RoboCut3D, come estensione della mente creatrice del braccio dello scultore, mentre dà forma a corpi liberi dalla sofferenza della carne.

Foto dell’evento – Artista Leandro Summo

Creatura e creatore al tempo stesso, un braccio meccanico altamente tecnologico scolpisce un blocco di polistirolo: da questa materia inerte nascono figure umane. Si presenta così l’installazione intitolata “Per farla finita con il giudizio di Dio”, che sarà posizionata all’ingresso dello Spazio DumBo, ex scalo ferroviario ora modello di rigenerazione urbana e sede di BOOMing Contemporary Art Show (23-26 gennaio 2020) nei giorni dell’Art Week di Bologna.

A firmare il “biglietto da visita” della nuova fiera d’arte contemporanea, Leandro Summo, artista barese classe 1990, che ha concepito l’opera come tappa finale di un progetto più ampio iniziato con “Corps sans organes – Robot”.

Il nucleo concettuale del progetto riguarda la possibilità di sviluppare manufatti partendo da un codice computazionale, utilizzato come strumento per indagare i processi creativi e generativi.

In un’era in cui la scienza usa delle simulazioni per conoscere i meccanismi della vita, anche l’arte può osservare i suoi stessi sviluppi mediante la tecnologia.Entrando a BOOMing il pubblico osserverà all’opera la cella di fresatura RM-RoboCut3D progettata e realizzata da Ronchini Massimo Srl con il robot antropomorfo KUKA, tra i leader mondiali di soluzioni per l’automazione industriale.

Il progetto è frutto della collaborazione con Apulia Center for Art and Technology, che per la prima volta mette in contatto un artista e le grandi aziende di automazione per la realizzazione di un progetto artistico condiviso.Un braccio antropomorfo a sei assi realizzerà tre opere, una al giorno, scolpendo un blocco di polistirolo.

Non sarà il robot a sostituirsi all’uomo, ma si avrà un potenziamento del gesto umano attraverso il mezzo meccanico che, al contrario di una stampante 3D, non agirà per accumulazione di materia, ma per sottrazione, eliminando il superfluo e liberando la forma.

Il tutto sarà realizzato in una gabbia trasparente di 6×6 metri che potrà essere ammirata da chiunque entrerà negli spazi del DumBo. La “voce” dello strumento meccanico sarà anch’essa parte dell’opera perché ricampionata affinché emetta una musica generata dai movimenti che andranno a scolpire il materiale.

“Per farla finita con il giudizio di Dio” appare come un tentativo di reinvestire il corpo di nuovi significati. L’artista suggerisce di dare forma, tramite un codice numerico, a un corpo libero da viscere o da ingranaggi, e perciò sottratto alla sofferenza.

Questo progetto di Leandro Summo trae origine da un percorso virtuoso che parte dal territorio pugliese – dove ha sede l’Apulia Center for Art and Technology – e posiziona l’arte al centro del dialogo tra provincia e grande città.

L’arte contemporanea, la multimedialità, la tecnologia, le residenze d’artista e le reti di scambio composte da artisti locali e internazionali sono un terreno di coltura ideale per l’emersione di nuove istanze: BOOMing, fiera d’arte dedicata alle deflagrazioni generatrici di cambiamento e ai temi urgenti, non poteva che dare spazio e voce a questo fermento sotterraneo, contribuendo a portarlo in superficie.

Nel ruolo di organizzatore e producer della fiera ci sarà Doc Creativity, realtà che riunisce professionisti delle attività culturali e creative, parte della rete Doc, la più grande cooperativa italiana del settore, che ha da poco inaugurato la sede di Bologna.

Info

BOOMing Contemporary Art Show
DumBO – Via Casarini 19, Bologna
23 / 26 gennaio 2020
Opening: giovedì 23 gennaio, ore 20.00-24.00
info@boomcontemporaryart.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.